I segreti della sfoglia emiliana.

Pasta sfoglia emiliana: la base della tradizione culinaria dell’Emilia Romagna, l’ingrediente chiave per preparare la pasta ripiena che tutti amano, tortellini o cappelletti che siano. Una preparazione da affrontare con cura e con le giuste attenzioni, per riuscire in un risultato buono e genuino, come quello delle sfogline, ovvero le maestre della pasta fresca, che la preparano a mano con una maestria e una competenza insuperabili. Volete buttarvi nell’impresa? Ecco i nostri consigli per una pasta sfoglia emiliana che si rispetti.

Sfoglia emiliana: come si fa?

Innanzitutto, gli ingredienti e gli strumenti essenziali per la preparazione:

  • Farina 00;
  • uova intere fresche;
  • mattarello;
  • spianatoia in legno.

La proporzione tra gli ingredienti è di solito di un uovo medio ogni 100 gr di farina.

La ricetta della sfoglia emiliana

  • Disponi la farina a “fontana” sulla spianatoia in legno.
  • Rompi le uova e adagiane il contenuto al centro del cratere.
  • Sbatti le uova con una forchetta e inizia a portare la farina che sta sui bordi del cratere verso l’interno, per inglobare le uova nell’impasto.
  • Quando la farina sarà stata assorbita, inizia a impastare, rigorosamente a mano: dovrai giungere a un impasto abbastanza omogeneo ma grossolano.
  • Aiutandoti con una spatola, pulisci per bene la spianatoia dai residui dell’impasto e lavati le mani per togliere la farina secca e i residui dell’impasto.

A questo punto arriva la parte più difficile: i movimenti dovranno farsi sapienti, e dovrai controllare molto la forza con cui lavori la pasta, se vuoi che il risultato sia buono.

  • Comincia a lavorare l’impasto “di polso”: una volta creato un panetto di pasta compatta, dovrai spingerlo in avanti facendo forza sul polso, in una serie di movimenti sempre uguali lavorando la pasta sempre dalla stessa parte, senza rigirarla.
  • Continua in questo modo finchè la pasta sarà compatta, morbida e la sua superficie sarà liscia e senza grumi.
  • Dopo circa 15 minuti il tuo lavoro dovrebbe essere finito: la sfoglia è fatta.
  • Avvolgila nella pellicola trasparente e lasciala riposare almeno per 45 minuti, ma anche di più. Si gonfierà leggermente, diventando più elastica e più facile da stendere con il mattarello.

Ora non ti resta che stendere la sfoglia con il mattarello sulla spianatoia in legno infarinata, con movimenti che partono dal centro e vanno verso l’esterno, nelle quattro direzioni. Scegli il tipo di pasta che preferisci, e via! Buon divertimento (e buon appetito!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

VAI ALLO SHOP