Pasta fresca e pasta secca: quali sono le differenze

Per molti potrà sembrare una banalità, ma quando andiamo a scegliere fra una pasta fresca e una pasta secca, dobbiamo tener conto di tanti elementi che distinguono questi due prodotti. Non solo i formati, ma la materia prima, i tempi di cottura, le calorie e molto altro ancora. Seguici nella lettura per scoprire la differenza tra pasta fresca e pasta secca e come scegliere il prodotto giusto nelle diverse occasioni.

differenza tra pasta fresca e pasta secca

Tutte le differenze tra pasta fresca e pasta secca

  • Cominciamo dalle basi. Mentre la pasta fresca va conservata in frigorifero, quella secca si conserva in dispensa (per un periodo solitamente molto più lungo). Questa distinzione è determinata dalle materie prime e dai processi di lavorazione.
  • Mentre la pasta fresca è solitamente preparata con un mix di farina di grano tenero e semola di grano duro, con aggiunta di uova, la pasta secca è frutto soltanto di acqua e semola di grano duro.
  • La pasta fresca, che sia fatta in casa o in un laboratorio, viene stesa al matterello oppure con le sfogliatrici, mentre la pasta secca viene estrusa con trafile che possono essere in bronzo o in teflon e poi viene sottoposta a un processo di essiccazione che la fa asciugare e la rende molto duratura nel tempo.
  • Questo concetto si lega a un’altra importante differenza fra pasta fresca e pasta secca. Mentre la prima conserva una notevole percentuale di umidità, la seconda ne è quasi priva. La conseguenza è una differente durata del prodotto, perché ove troviamo umidità ci sarà maggiore possibilità di sviluppo di batteri.
  • Veniamo poi alla questione calorie. Forse ti sembrerà strano, ma in percentuale la pasta fresca è meno calorica di quella secca. Se nella prima troviamo 270 kcal/100 g, nella seconda arriviamo a 350 kcal/100 g. Questo in primis per la maggiore umidità della pasta fresca (che aumenta il peso, ma non le calorie!).
  • Tempi di cottura: sia la pasta fresca che quella secca si cuociono in un liquido bollente e salato (acqua o brodo), ma visto che la pasta secca ha necessità di essere reidratata, i tempi di cottura risultano per questa decisamente più lunghi. 

Chi vince quindi la sfida tra pasta secca e pasta fresca? Nessuno in realtà, anche se noi di Pasta Fresca Rossi ovviamente propendiamo per la nostra specialità, la pasta fresca appunto! Scopri tutti i nostri formati e mettiti subito ai fornelli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

VAI ALLO SHOP