Primi piatti natalizi: fra tradizione e novità!

Il Natale è alle porte: devi iniziare a pensare al menù che porterai in tavola per il pranzo più atteso dell’anno. Puoi scegliere i piatti della tradizionale, oppure potresti pensare a qualcosa di originale, per stuzzicare il palato con qualche gusto nuovo. Ecco i nostri consigli per il primo piatto, portata su cui si concentra l’attenzione dei più golosi (oltre al dolce, ovviamente!).

Primi piatti emiliani per un Natale tradizionale, ma anche innovativo!

Lasagne: classiche o alternative?

lasagne

Uno dei classici primi piatti natalizi per eccellenza sono sicuramente le lasagne. Puoi cucinarle nella loro versione più classica, con ragù e besciamella, oppure per quest’anno potresti pensare a una proposta più leggera, sfiziosa, o semplicemente diversa. Potresti provare con le lasagne con pistacchi e gamberi, per esempio. Ti basterà preparare la besciamella secondo la ricetta tradizionale, e separatamente cuocere i gamberetti per qualche minuto a fuoco alto in una padella antiaderente, dopo averli puliti e sbucciati. Una sfumatura con vino bianco e saranno pronti. A questo punto potrai iniziare a riempire una pirofila: besciamella, granella di pistacchi, gamberi e pasta. Di nuovo besciamella, granella di pistacchi, gamberi e pasta. E per finire un ultimo strato di besciamella e una spruzzata di granella di pistacchi come guarnizione. La cottura è quella classica delle lasagne… e il risultato finale sarà qualcosa di mai provato prima!

Cannelloni e pasta al forno: per evitare “le solite lasagne”.

Se ami le lasagne, ma per una volta vorresti proporre qualcosa di nuovo, allora la scelta non può che essere tra i cannelloni con ricotta e spinaci e la pasta al forno.

Per i cannelloni, lessa gli spinaci, strizzali per eliminare tutta l’acqua in eccesso e poi tritali finemente. A questo punto buttali in padella con una noce di burro e cuocili per qualche minuto a fiamma vivace. Spostali in una terrina e lasciali intiepidire. Quindi aggiungi ricotta, parmigiano, uno o due uova a seconda della quantità d’impasto, sale e pepe. Intanto prepara i cannelloni e una volta scolati, asciugali per bene. Sei pronto a farcirli con la crema di ricotta e spinaci, per poi metterli in una pirofila e ricoprirli di besciamella e parmigiano reggiano. Pronti da cuocere!

Per la pasta al forno, invece, puoi proporre la classica ricetta con ragù di carne oppure puoi pensare a una versione alternativa salsiccia e funghi. Per prepararla ti basterà unire in una pirofila la pasta cotta al dente, la besciamella, la salsiccia precedentemente rosolata in padella e sfumata con un goccio di vino bianco secco e i funghi trifolati, e spolverare con il parmigiano reggiano, per puoi cuocerla al forno per circa 15 minuti a 200°C.

Passatelli e tortellini, due classici in brodo.

tortellini in brodo

Se chiedi a un emiliano qual è il piatto di Natale per eccellenza, quasi sicuramente ti risponderà citando i tortellini o i passatelli in brodo. Queste due specialità di pasta fresca emiliana sono infatti tipiche del periodo natalizio. Perché? Fuori c’è freddo, e la pasta in brodo scalda gli animi. Per di più, la pasta fresca ha un sapore delicato, e se si parla di tortellini, c’è una vasta scelta di ripieni tra cui scegliere. E allora per Natale potresti proporre i nostri tortellini in brodo oppure i nostri passatelli in brodo. Se invece vuoi provare a unire tradizione e innovazione, potresti proporre ai tuoi ospiti degli ottimi passatelli con crema di parmigiano oppure dei tortellini di Modena con piselli e prosciutto crudo croccante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

VAI ALLO SHOP